Apex Legends è il fenomeno gaming del 2019

0

Se il 2018 è stato un anno all’insegna del videogioco di massa Fortnite, il 2019 vede Apex Legends come nuova tendenza.

Molto simile a Fortnite, Apex sfrutta una lore assodata nei due Titan Fall, assieme a nuove intuizioni che lo rendono un prodotto particolare, capace di conquistare una enorme mole di pubblico, in particolar modo di chi concepisce il gaming come multiplayer e competitivo.

Nonostante il 2018 e questo 2019 si attestino come anni dai nomi incredibili nell’ambito del vero videogioco, il single player con storie appassionanti, Apex Legends ha già sbaragliato tutti e sembra che quest’anno la gloria sarà sua, fino al prossimo contendente.

Ecco che il titolo di Respawn Entertainment inizia a seguire una parabola vicina a quella di Fortnite.

Il gioco infatti sta migliorando continuamente, introducendo novità e modifiche per mantenere alta l’attenzione del pubblico.

Non manca la guerra ai cheater, dove gli sviluppatori affermano di aver eliminato l’account di ben 350.000 gioatori scorretti.
Non è stata ancora risolta invece la problematica delle riconnessioni.

La possibilità di riconnettersi a una partita in corso è infatti utilizzata molto spesso per pratiche di gioco non consentite.

Fatto sta che Apex Legends è davvero in salute, e la sfortunata software house, dopo due titoli caduti nell’oblio nonostante la loro qualità, si riscopre nel battle royale.

Una mole di denaro quella in entrata, che potrebbe offrire la possibilità agli sviluppatori di proseguire la loro saga.

Del resto Apex Legends, altro non è che uno spin off di Titan Fall.

Prima o poi i battle royale verranno a noia, al momento però, sembra che il mondo del gioco casual di massa, sia strettamente legato a questo tipo di meccanica, complice anche la natura free to play che permette a chiunque di provare e appassionarsi si titoli in questione.

In attesa di nuovi aggiornamenti non disdegniamo l’esperienza offerta da EA.


Loading...
Share.

About Author