Attacchi hacker a non finire: è allarme in Italia

0

L’Italia, è caratterizzata da un’informatizzazione molto bassa, con difese poco efficaci sia a livello privato che nazionale, dove latita la sicurezza informatica.

Proprio questa sua caratteristica l’ha trasformata in un bersaglio costante per gli attacchi informatici, in costante crescita e sempre più aggressivi e complessi.

Da un lato troviamo una popolazione con scarse conoscenze informatiche e facilmente vittima di phishing e attacchi “truffa”, dall’altra troviamo una debolezza notevole nel comparto nazionale, con l’incapacità di proteggere i dati sensibili da parte delle istituzioni e le difficoltà nella gestione dei crimini informatici.

Il risultato è una situazione ad alto rischio che potrebbe peggiorare mese dopo mese.

Del resto gli attacchi si fanno sempre più complicati e difficili da limitare con tecnologie avanzate e gruppi molto esperti.

I numeri della crescita sono enormi, con 160.000 attacchi in più rispetto ad aprile che fanno segnare un aumento pari al 45%.

La crescita è praticamente incontrollabile, senza una risposta di alcun genere che sta rendendo la situazione ancora più preoccupante.

Gli utenti possono difendersi nei limiti del loro operare, utilizzando due fattori e altri elementi di sicurezza.

Il problema si crea quando ad essere hackerati sono i server delle grandi aziende, le amministrazioni e tutte quelle realtà che possono far finire i nostri dati personali in rete.

Con l’avanzare della digitalizzazione la cosa si fa ancora più complicata e pericolosa.

Una situazione destinata a non cambiare alla quale sarà necessario rispondere aumentando notevolmente la sicurezza fino dove l’utente può spingersi, utilizzando diverse mail, diversi device, password complesse, autotenticazioni a due fattori.

Se un attacco colpisce operatori telefonici o direttamente i gestori delle nostre mail però, le cose non sono così semplici e, la presenza sul web, comporta in automatico un fattore di rischio elevato.

Staremo a vedere se, nuovi sistemi di sicurezza potranno proteggere meglio gli utenti rispetto alla situazione attuale, dove gli account sono praticamente esposti ad ogni tipo di hack.

Share.

About Author

Segugio Logo
Iscriviti alla newsletter!