Come proteggere lo smartphone da virus e malware

0

Quando si parla di virus e di malware per dispositivi mobili, la maggior parte degli utenti dichiara di averne paura ma… di essere anche abbastanza inconscio sul da farsi. Ma come agire attivamente per evitare ogni guaio?

La prima cosa da fare è pensare al fatto che ogni smartphone Android include la possibilità di installare app che non provengono da Google Play Store. Si tratta di un’opportunità che può essere interessante, poiché rende il tuo dispositivo Android versatile e flessibile, ma è bene non esagerare con la sua fruizione, soprattutto in contesti poco chiari.

Se infatti è vero che esistono buoni motivi per installare delle app che non si trovano nel Google Play Store, è anche vero che oggi questa possibilità è molto più rara che in passato. Insomma, la maggior parte delle app che utilizzerai si trovano già all’interno dello store della società di Mountain View: se così non fosse, accertati bene sull’attendibilità della software house che l’ha sviluppata, sulla sua affidabilità e sulle sue credenziali.

Peraltro, a complicare ulteriormente le tue azioni difensive, c’è il fatto che non esiste certamente un unico settore dal quale dovrai proteggerti: oggi giorno virus e malware possono celarti dietro qualsiasi app di qualsiasi operatore, anche se i comparti più prolifici in tal senso sono sicuramente quelli legati al mondo “hot” e quello del gaming online.

In tal senso, ti suggeriamo di frequentare esclusivamente degli operatori che possano garantirti ogni cautela nei confronti dei tuoi dati personali, come avviene nel caso di portali di riferimento nazionale come NetBet Casino, che investono ingenti risorse per poter assicurare a tutti i propri utenti la migliore sicurezza nella fruizione dei giochi online e delle altre esperienze di intrattenimento digitale.

Al di là di quanto sopra, ogni app che installi su qualsiasi dispositivo Android deve comunicarti a quali parti del sistema operativo, compresi i tuoi dati personali, avrà accesso. Questa informazione ti viene mostrata tra il momento in cui decidi di installare l’app e l’effettiva installazione sul tuo dispositivo, dandoti così il tempo di esaminare ciò a cui l’app desidera accedere. Mentre è facile trattare questo popup come… un qualsiasi popup generico sui termini e sulle condizioni di qualsiasi programma, ti consigliamo di spendere qualche secondo in più per poter leggere questo elenco e assicurarti di comprendere se gradisci che quella determinata app possa accedere a una parte dei tuoi dati. Sono pochi secondi molto importanti: se non vedi una buona ragione per quella specifica richiesta di autorizzazione, puoi evitare di installare l’app o richiedere apposite spiegazioni.

Detto ciò, ricorda che non importa quale sistema operativo si sta utilizzando: non esiste una difesa totale contro malware, spyware, phishing e, in casi estremi, anche exploit che compromettono il telefono! Dunque, anche se il software Google (e Apple fa lo stesso con l’iOS) fa un discreto lavoro per compiere da barriera contro le principali infiltrazioni, non fa certamente male avere un altro paio di occhi concentrati sul tuo problema di protezione, con un buon antivirus.

Con una fondamentale e solida app antivirus, avrai sicuramente un maggiore supporto contro tutti i principali pericoli, aiutandoti a mantenere la tua identità protetta mentre navighi sul Web, e aiutarti con spammer e con servizi di sicurezza remota in caso di smarrimento o furto del dispositivo. Insomma, uno scudo difensivo che ti consigliamo di valutare con attenzione, eventualmente pagando anche le migliori app in circolazione nel settore degli antivirus, piuttosto che riservare la tua attenzione alle sole app gratuite, che propongono generalmente una protezione parziale e quasi mai aggiornata.

Ancor prima di quanto sopra, ricorda che esistono strumenti che possono controllare regolarmente il tuo telefono e che sono già presenti all’interno dello smarpthone, come le opzioni di Google Play Services (che include anche la possibilità di estrarre un’app dal tuo telefono se è ritenuta abbastanza pericolosa da causare danni). Ciò non significa naturalmente che puoi vivere con il pilota automatico, ma che puoi partire con il piede giusto in modo ancora più semplice e immediato.

E tu che cosa ne pensi? Dedichi del tempo e delle attenzioni a difendere il tuo smartphone dagli attacchi esterni? O stai sottovalutando i rischi che sono correlati a tale opportunità?


Loading...
Share.

About Author