Coronavirus: robot 5G per assistere i pazienti

0

A Wuhan, nel corso dell’epidemia di Coronavirus che sta mettendo in ginocchio il paese e minaccia di estendersi al mondo, la Cina sta sfruttando tutte le sue tecnologie per assistere i pazienti, prima tra tutte quella del 5G.

Dopo aver creato sistemi per visitare i malati a distanza, ecco che due ospedali della città epicentro dell’epidemia di polmonite causata dal coronavirus 2019-nCov inizieranno ad utilizzare de robot connessi a una rete 5G in grado di fornire servizi di orientamento ai pazienti e disinfettare le aree in quarantena.

Si tratta d un particolare automa realizzato dalla China Mobile e dal costruttore di robot CloudMinds.

Grazie a uno schermo interattivo, il robot aiuta a diffondere informazioni, oltre che a gestire i pazienti nei giganteschi ospedali.

Un altro robot è stato invece creato con il preciso obiettivo di disinfettare i pavimenti nelle aree di quarantena e per fornire medicinali senza esporre personale umano.

La Cina, sfrutta così le sue incredibili capacità tecniche per combattere quella potenziale pandemia che sta tenendo il mondo col fiato sospeso.

L’utilizzo di automi e sistemi robotici, potrebbe davvero cambiare la situazione riducendo il rischio di contagio del personale medico, e permettendo d intervenire anche su pazienti altamente contagiosi,

Il costruttore di automi Siasun e l’Istituto per l’Automazione di Shenyang dell’Accademia cinese delle Scienze stanno lavorando in questo momento a un nuovo robot capace di sostituire gli operatori sanitari e condurre direttamente i test orofaringei necessari all’identificazione dell’infezione. 

Una dimostrazione tecnologica impressionante che mostra come, le nuove tecnologie, possano diventare un’arma importante nella lotta a epidemie e nell’assistenza alle persone.

Per la prima volta, quelle che diventano spesso tecnologie belliche, sono utilizzate come strumenti per salvare vite e aiutare le persone.

Share.

About Author

Segugio Logo
Iscriviti alla newsletter!