Elon Musk mostra la sua scuderia di satelliti

0

Elon Musk ha mostrato nella giornata di ieri i sessanta satelliti che lancerà nello spazio con la compagnia Space X.

Si tratta del primo lotto dei migliaia di satelliti che il geniale creatore di Tesla si prepara a lanciare nello spazio.

L’obiettivo è quello di diffondere la connettività satelittale a livello globale.

Una sfida che Space X prende di punta a che anticipa molte altre compagnie, in particolar modo grazie alla potenza tecnica della società, già responsabile di alcuni successi spaziali anche in collaborazione con NASA.

Gli starlink di Space X saranno quasi 12.000 satelliti.

L’idea è quella di creare una vera e propria costellazione di satelliti che permetta una connettività globale per gli esseri umani.

I satelliti di Elon Musk hanno le potenzialità di fornire internet a ogni regione del pianeta, una vera e propria innovazione senza precedenti.

Il COO di SpaceX, Gwynne Shotwell, ha fatto capire come il primo lancio sarà una sorta di test prima dell’inizio del programma ufficiale.

Musk ha spiegato come il primo volo “probabilmente andrà male“.

A suo avviso i lanci di test dovranno essere almeno sei prima di ottenere dei risultati soddisfacenti.

Quest’anno però partiranno tra le due e le sei missioni Starlink.

Ancora una volta Elon Musk ci porta nel futuro a una velocità impressionante, non con annunci o teorie, ma direttamente con i fatti.

La flotta di satelliti Space X è infatti realtà e, anche in caso di fallimentodi qualche test, di sicuro otterrà il risultato sperato con il passare del tempo.

Space X si dimostra di nuovo l’avanguardia della tecnologia spaziale mondiale.

Un privato per la prima volta, supera di gran lunga la tecnologia degli stati, sia come ambizione che come pura tecnica, come già dimostrato nei precedenti lanci che hanno rese obsolete le Suyuz.

Non ci resta che attendere novità dal particolare personaggio.


Loading...
Share.

About Author