Ericsson lancia uno smartphone antifuto

0

Ericsson ha di recente brevettato una nuova tecnologie capace di rendere gli smartphone impossibili da rubare.

Proprio così, la società, da tempo fuori dai giochi del mondo smartphone si rifà viva con lo smartphone impossibile da rubare.

L’antifurto Ericsson si chiama “Adaptive Friction“.

Rubare smartphone è già oggi molto difficile, proprio per gli strumenti di blocco, così come le opzioni che ci permettono di rintracciare i device una volta connessi alla rete.
Ericsson però va oltre e utilizza l’intelligenza artificiale nella gestione di microfono e fotocamera, accelerometro, giroscopio.
Lo smartphone riesce con il tempo a riconoscere la mano del padrone.
Nel momento in cui il device riconosce una mano estranea inizia a vibrare in modo folle, così forte da fare rumore e da diventare impossibile da tenere in mano.
Questo impedisce sia il furto nella pratica, che l’utilizzo di un device perso o sottratto.
La tecnologia sembra interessante, ma ha già sollevato numerosi dubbi.
Per prima cosa una simile reazione potrebbe portare lo smartphone a cadere per terra, per non parlare del disagio che potrebbe nascere da errori dell’IA e mancato riconoscimento…
In secondo luogo, un simile sistema di sensori, non solo viola terribilmente la nostra privacy, ma potrebbe anche drenare la batteria dello smartphone.
La tecnologia sembra comunque molto interessante e non escludiamo che Ericsson abbia già pronta una risposta per ogni dubbio sollevato.
L’idea di uno smartphone impossibile da rubare potrebbe piacere a tutti quegli utenti che frequentano i luoghi affollati della grandi città.
D’altro canto, bisogna dire che, già le tecnologie attuali, hanno reso il furto di smartphone abbastanza complesso e rischioso.
Vedere il proprio telefono rubato non è più una cosa comune come accadeva con i vecchi device.
Tra touch ID, password, gesti e lettori della retina, rubare un device moderno è un’azione non solo illegale e rischiosa, ma anche inutile!
Loading...
Share.

About Author