Facebook vieta i deepfake

0

Facebook ha deciso di vietare i deepfake, considerati una delle tecnologie più pericolose del prossimo futuro.

I dee fake sono quei filmati dove, il volto di una persona o di un personaggio famoso, viene sovrapposto alla persona registrata, creando video fake dove, di solito, politici e personaggi pubblici affermano qualcosa.

Si tratta di un mezzo per produrre fake news pericolosissimo e una delle tecnologie più temute dagli esperti di sicurezza.

Per evitare la proliferazione di questo tipo di contenuto, Facebook ha esplicitamente vietato i deepfake dal suo social dove, specialmente in occasione delle presidenziali americane, si stanno diffondendo a macchia d’olio.

La compagnia rimuoverà tutti quei video dove le persone vengono riprodotte”in modi che non risultano evidenti a una persona comune, e che probabilmente indurrebbero a pensare che un soggetto del video abbia detto parole che in realtà non ha pronunciato”. I deepfake, spiega Bickert di Facebook, “sebbene siano ancora rari su internet, rappresentano una sfida significativa per la nostra industria e per la società”.

Per capire se i video siano manipolati o meno, la società si avvarrà di un team dedicato in grado di gestire fino a 50 lingue.

L’operazione contro i deepfake, fa parte di quella campagna contro le fake news che interessa i social ormai da anni.

Il futuro che ci aspetta è sempre più insidioso, specialmente sotto il punto di vista dei media.

I deep fake infatti potrebbero portare alla produzione di prove false, così come a clamorose fake news, nelle quali, prima che vengano rimosse, cadranno milioni di persone, senza magari scoprire mai che si trattava di una bufala.

L’evoluzione tecnologica si è sviluppata in modo esponenziale e inaspettato, mentre Neon di Samsung promette di dar vita al primo uomo digitale, il mondo dell’informazione si trova a fare i conti con tecnologie che rendono difficile distinguere realtà e finzione.

Loading...
Share.

About Author