Iliad, arriva la condanna

0

L’arrivo di iliad ha senza dubbio rivoluzionato il sistema degli abbonamenti telefonici in Italia, e dal canto nostro speriamo che qualcosa di simile arrivi presto anche per quanto riguarda fibra e adsl.

Ecco che l’arrivo dell’operatore francese è stato contornato da polemiche, alcune piuttosto sterili, altre più realistiche e legate principalmente ad alcune zone d’ombra poco chiare presenti nel contratto, in particolare per alcune diciture come il famoso “per sempre“.

L’azienda è stata infatti denunciata per quella che viene ritenuta pubblicità ingannevole. Alcuni slogan infatti sono poco chiari e non rispecchiano in toto la realtà contrattuale estremamente più complessa e non passibile dell’utilizzo di frasi di questo genere.

Ecco che dopo giorni di voci arriva proprio lo stop agli spot di iliad considerata ingannevoli dall’Istituto dell’autodisciplina pubblicitaria.
L’opinione dei giudici è che lo slogan  “30 giga in 4G+, minuti e SMS illimitati, a 5 euro e 99 al mese. Per sempre” non sia trasparente, dal momento in cui le condizioni di vendita possono essere modificate dalla compagnia, invalidando di fatto la dicitura per sempre, che presume un contratto invariabile e a vita.

L’azienda ha commentato il provvedimento legale spiegando:«desideriamo innanzitutto sottolineare che i messaggi sostanziali che la caratterizzano sono stati verificati e accolti come trasparenti e corretti. Sarà ovviamente nostra premura rendere alcuni degli aspetti legati alle modalità di comunicazione dell’offerta, ulteriormente chiari, oltre quanto già indicato nei nostri canali. Nonostante le incredibili azioni che i competitor continuano a mettere in atto da quando siamo entrati sul mercato, ci sembra opportuno cogliere queste occasioni come possibilità per chiarire ancora ai nostri utenti che agiamo in trasparenza e in un’ottica di totale soddisfazione degli stessi». 
La compagnia non si scoraggia, e chi sa che questa sentenza non giochi a favore dell’azienda facendola comparire su tutti i giornali e mettendo in mostra la sua offerta, forse ancora più di prima.


Loading...
Share.

About Author