L’antivirus di Android contiene un virus

0

Ennesima app che passa i controlli di Google Play Store contente in realtà un virus. Questa volta si tratta addirittura di un antivirus che contiene al suo interno il malware SharkBot, elemento da non sottovalutare.

Una beffa nella beffa. Dopo aver passato i controlli di Google, ormai una vera e propria groviera per virus e malware, l’antivirus che promette sicurezza ci infetta in realtà con un virus che può esporre dati sensibili dello smartphone.

La cosa più grave è che Sharkbot è legato anche a trojan bancari, strumenti quindi che puntano ad hackerare le app di gestione della banca per prelevare denaro.

La app infetta questa volta è “Antivirus, Super Cleaner“,che risultava pubblicata da “Zbynek Adamcik” ed era stata aggiornata l’ultima volta il 10 febbraio 2022. L’applicazione è stata rimossa da Google ma ha avuto il tempo di infettare diversi smartphone e utenti ignari.

La struttura della app prevedeva le funzioni di un antivirus con funzioni di pulizia della memoria.

In realtà la app installava Sharkbot mettendo a repentaglio la sicurezza dello smartphone.

L’obiettivo di sharkbot è rubare i dati di accesso alla banca. Lo fa attivandosi a creando una schermata falsa nel momento in cui utilizziamo le app della banca.

Quando l’utente inserisce i dati di accesso, questi vengono registrati e spediti direttamente ai server del virus.

Se l’utente dà autorizzazioni complete a sharkbot e alla appa che lo ospita, questo può prendere il controllo totale dello smartphone arrivando anche a prelevare a fare bonifici.

Per difendersi da questo tipo di app, oltre ad evitare di scaricare applicazioni sullo smartphone il consiglio è di non utilizzare nemmeno la app della banca.

Se proprio volete usarla, allora massima attenzione ai permessi che concedete. Meglio se controllate spesso il vostro telefono con un antivirus legittimo che trovate installato di solito sullo smartphone.

Share.

About Author

Segugio Logo
Iscriviti alla newsletter!