Ninja contro Fortnite, non si ferma la protesta dello streamer

0

Ninja è in rottura totale con Fortnite tanto da avere abbandonato il gioco ed essere passato al bellissimo Sekiro: Shadows Die Twice.

Ecco però che la polemica non si ferma e, dopo essersi liberato dal legame col titolo Epic Games, Ninja sembra avere una gran voglia di togliersi una serie di sassolini dalle scarpe.

Per prima cosa scrive, riferendosi all’ultimo aggiornamento: “Tutto questo deve in qualche modo avere un senso, perché se Epic non sta ottenendo qualche risultato, non ho idea di quello che stia facendo.”

Tra le tante critiche mosse dallo streamer c’era quella di giocare con la grafica stretchata, ovvero a una risoluzione tale da migliorare i risultati in partita.

La cosa era stata criticata dallo stesso Ninja che adesso ritratta.

A chi lo accusa di incoerenza, Ninja risponde:

Questo tweet mi annoia molto. Il punto è il modo col quale stanno applicando queste modifiche. Hanno permesso la risoluzione stretchata all’ultima Secret Skirmish, e poi l’hanno rimossa una settimana dopo il lancio di Arena. Mi stavo esercitando a usarla e ora è tutto tempo perso.

Nel frattempo alcuni fan gli dicono di passare alla concorrenza, ovvero ad Apex Legends, ennesimo battle royale che mischia un po’ le carte e inserisce eroi e altri elementi all’interno del format ormai noto della battaglia reale.

Epic Games rischia di perdere molto senza Ninja e la sua influenza sui followers, allo stesso tempo però, lo stesso Ninja senza Fortnite potrebbe finire nel dimenticatoio e perdere una grossa fetta di utenza che ha imparato a conoscerlo proprio grazie al colorato gioco Epic Games.

Certo, nulla vieta che Ninja possa reinventarsi come normale streamer, il legame con Fortnite però era davvero fortissimo.

Staremo a vedere come la situazione evolverà, di sicuro però Ninja è passato da promotore del titolo, ad acerrimo nemico del battle royale per eccellenza.

Loading...
Share.

About Author