Posizionamento seo dei siti web, info e trucchi per la Search Engine Optimization su Google

0

L’acquisizione di visibilità tra i risultati dei motori di ricerca rappresenta uno dei fattori chiave tra un sito Internet di successo, con molti accessi, ed un portale che invece stenta a sviluppare giornalmente un numero significativo di pagine viste. Non a caso le web agency, quando viene commissionata la costruzione e la messa online di un sito sul web, tra gli aspetti che devono curare con attenzione c’è il cosiddetto posizionamento seo, di cui puoi trovare una buona guida cliccando qui, su jfactor.it.

Perché un sito Internet deve essere ben ottimizzato

Nel dettaglio, ai fini del posizionamento seo un sito Internet deve essere ottimizzato in modo tale che, per chiavi di ricerca che sono compatibili con i contenuti pubblicati, compaia nei risultati in una posizione che sia il più possibile non solo favorevole, ma anche rilevante. Per fissare le idee, se con la chiave ‘conto corrente’ un sito appare come primo risultato nella prima pagina della ricerca su Google, allora per la keyword indicata il sito ha raggiunto il top del posizionamento ai fini della SEO, acronimo che sta per Search Engine Optimization.

La tipologia di posizionamento sopra descritta è quella cosiddetta naturale in quanto dipende dalle caratteristiche e dalla qualità dei contenuti in concorrenza con tutti gli altri che, allo stesso modo, mirano ad apparire in testa alle ricerche sul motore Google in corrispondenza del maggior numero di parole chiave.

Posizionamento seo da naturale a sponsorizzato

Pur tuttavia, il processo di posizionamento sul motore di ricerca Google, per una o più parole chiave, da naturale può assumere, in tutto e per tutto, delle caratteristiche commerciali, ovverosia di advertising online, andando ad accedere ai cosiddetti link sponsorizzati. In pratica, a fronte del pagamento di un corrispettivo, il motore di ricerca pubblica le inserzioni a pagamento che appariranno nella prima pagina delle ricerche degli utenti in corrispondenza di una parola chiave o ad un set di keyword.

Si tratta dei cosiddetti annunci ‘pay per click’ o ‘sponsored links’ che si posizionano al meglio nella prima pagina delle ricerca in base a quanto si è disposti a pagare ogni volta che si registra sull’annuncio un click. Di norma cliccando sull’annuncio l’utente andrà poi ad accedere ad una pagina web che è detta landing page, e che di norma contiene dati ed informazioni importanti, a livello commerciale, per l’azienda che ha pianificato la campagna di advertising sul motore di ricerca Google.

Tecniche di posizionamento seo e penalizzazioni

L’esperto seo per ottimizzare un sito Internet adotta delle tecniche che possono essere genuine, ovverosia tali da creare per il portale valore nel tempo, oppure artificiose con l’obiettivo di ottenere i migliori risultati possibili nel breve tempo. Nel primo caso si parlerà di white hat seo, mentre il posizionamento artificioso viene comunemente definito come black hat seo e può portare a regime a penalizzazioni da parte di Google che, attraverso i propri algoritmi proprietari, è in grado prima o poi di scovare tutte quelle tecniche che mirano ad aumentare i valori di un sito Internet in maniera del tutto artificiosa.


Loading...
Share.

About Author