Quante ore siamo realmente connessi ogni giorno?

0

Da quando internet è più veloce e i diversi device si sono fatti più performanti, le persone passano più tempo incollate agli schermi navigando su internet. Dopotutto i motivi per stare sul web oggi sono davvero innumerevoli. C’è chi lavora con il computer o chi non lavora con il computer ma lo utilizza comunque per comodità: per scrivere una relazione, per prendere appunti etc.

Online si può fare shopping, si può interagire con amici o parenti lontani, conoscere persone, gestire i propri conti, occuparsi della burocrazia. Insomma, su internet si può fare di tutto e i motivi per essere connessi ci sono sempre, volendo. Oggi nessuno si sognerebbe di avere un telefono cellulare senza internet, così come chi compra una televisione la cerca sempre smart tv così da connetterla alla rete di casa.

Per quanto concerne internet a casa tutti lo hanno, anche se non necessariamente viene attivato il numero telefonico per le chiamate. Sono molti infatti a sottoscrivere il contratto solamente per il traffico dati, cioè per internet. Il motivo probabilmente è l’ampia diffusione degli smartphone. Benché i contratti nella formula “tutto incluso” siano quelli più sottoscritti, quindi, i provider prevedono sempre offerte vantaggiose anche per chi desidera solo il traffico dati.

Quante ore siamo connessi? Numeri alla mano

Secondo uno studio statistico americano le persone sono “connesse” ad internet quasi 10 ore al giorno. Perlopiù esse si connettono con lo smartphone o il tablet, ma anche con latpop e con le smart tv. Per la maggiore vanno i social network, specialmente in giovane età, ma non solo, visto che alla fine un motivo per consultare il web c’è sempre.

Anche se 10 ore a qualcuno potrebbero sembrare troppe, in realtà non lo sono. Dallo studio infatti sono emersi anche questi dati:

  • Le persone di media controllano il telefono più di 200 volte al giorno, anche durante le ore di lavoro.
  • Più del 50% degli utenti si connette a internet entro 22 minuti dal risveglio al mattino, per accedere ai social o per navigare.
  • Il 21%, per intrattenersi la sera, guarda film e serie tv in streaming.
  • L’80% degli internauti si addormenta addirittura con il cellulare in mano (non l’avreste detto, vero?).
  • Infine, anche durante la notte se le persone si svegliano per qualche motivo finiscono sempre col prendere in mano il telefono per controllare le notifiche.

Leggendo queste percentuali molti di noi sicuramente si ritrovano a comprendersi in alcune di queste, non è forse vero? Ecco che quindi, alla luce di ciò, le 10 ore non sembrano forse poi così improponibili.

Perché si naviga così tanto e cosa riserva il futuro

Molte comunicazioni di lavoro oggi si fanno su internet, è da qui che si gestiscono le cose importanti, qui dove principalmente oggi avviene la ricerca di informazioni: è su internet, insomma, che si fanno molte delle cose serie e delle cose futili della vita. Le persone restano connesse sul web volentieri, anche a lungo, e a contribuire a questo c’è anche il fatto che la navigazione è molto migliorata negli ultimi anni.

I siti sono più performanti e la velocità di connessione, quindi di navigazione, è davvero eccellente e consente una risposta immediata. Questo sia da computer che da smartphone. Ed è proprio con gli apparecchi mobili, come smartphone e tablet, che le persone navigano di più, sia quando sono a casa che quando sono fuori o al lavoro.

È per questo che avere una connessione veloce sui propri smartphone è oggi indispensabile: per restare connessi, sempre e comunque, per socializzare e “informarsi”, ma anche per lavorare, scaricare programmi, gestire le e-mail etc.

 

 

Loading...
Share.

About Author