Translatotron, il traduttore vocale di Google

0

Google sta lavorando a un traduttore vocale simultaneo che mantiene il tono di voce di chi parla.

Un progetto incredibile e davvero fantascientifico che potrebbe abbattere la barriera linguistica che da millenni divide le persone.

Translatotron utilizza il riconoscimento vocale per generare un testo che successivamente viene tradotto e riletto nella lingua di destinazione.

Con il nuovo algoritmo Translatotron punta a tradurre in lingua la voce umana che percepisce, trasformandosi in una sorta di sintetizzatore vocale che modifica la lingua in cui si emettono le parole.

Una rivoluzione incredibile che potrebbe rivelarsi straordinaria nelle più svariate applicazioni, dalla vita comune e la normale socializzazione a emergenze e lavori istituzionali.

Il tutto si muove grazie a una potente intelligenza artificiale.

Translatotron è un progetto parallelo, uno dei tanti investimenti di Google che si muovono in autonomia.

I progressi dello strumento sono impressionanti e fanno davvero pensare a un futuro dove potremo fare conversazione con chiunque e in qualsiasi lingua, semplicemente sfruttando le potenzialità di un device elettronico o di un semplice smartphone.

Incredibile è la capacità dello strumento di leggere il tono di voce e di rendere la traduzione estremamente umana.

Siamo stati abituati fino ad oggi a voci elettroniche incapaci di comprendere le sfaccettature della reale lingua parlata e del parlato umano.

Forse le cose stanno per cambiare e molto presto avremo la possibilità di tradurre in modo realistico e ben comprensibile intere discussioni, magari in contemporanea al parlato.

Una sorta di miracolo elettronico destinato a cambiare moltissime cose.

Translatotron è uno dei progetti più ambiziosi e interessanti di Google.

I grandi investimenti degli ultimi anni stanno iniziando a portare i loro risultati.

Speriamo di vedere altri progetti di questo calibro mostrati finalmente al mondo.

L’idea di un traduttore simultaneo che simula la nostra voce è a dir poco straordinaria.


Loading...
Share.

About Author